Nel ripercorrere l’intero tratto della pista ciclabile di Via marina (video in seguito),  ancora in fase di riqualificazione, si affrontano su strada i primi cambiamenti, i punti critici e le proposte da avanzare.

Il tratto della pista comincia all’altezza dell’intersezione con Corso Garibaldi ed è ancora in via di completamento al netto di alcuni tratti in cui è stata applicata la resina di colore arancione con una larghezza di pista che permette anche il sorpasso. Una pista ciclabile che corrisponde effettivamente alla sua reale definizione.

Proseguendo la pista ciclabile si sposta nella parte centrale della carreggiata, adiacente al tram. È qui che in alcuni tratti, lo spazio è decisamente più stretto ( vedi foto laterale) per motivi di sicurezza ed a protezione rispetto alla sede tramviaria con il marciapiede visivamente più largo.

 Nel verso opposto, ancora tratti con cantiere aperto, la pista è monodirezionale, parallela allo stesso andamento delle macchine. 

 Le considerazioni da fare di questa fase conclusiva dei lavori sono quindi :

  • Collegamento tra la pista ciclabile di Mergellina /lungomare con quella di via Marina attraverso il tratto Via Acton che va dal Molo Beverello a Porta di Massa.
  • Stesso discorso per la zona Nord di Via Marina, con la necessità di collegare la parte conclusiva dell’arteria di Via Marina con il Polo di San Giovanni della Federico II e tutto l’indotto che in questa zona si sta creando.
  • Infine vanno rafforzati i controlli per evitare l’occupazione abusiva da parte di mezzi non autorizzati della pista ciclabile.